div id='fb-root'/>

TrainMe - Allfootball

TrainMe - Allfootball

sabato 29 dicembre 2012

Progressione didattica Tattica , dal 1 vs 1 al 2 vs 2


2.2.0 L’ uno contro uno (1 vs 1)

Lo sviluppo della situazione dell’ uno contro uno risulta essere, nel calcio, di primaria importanza. In qualsiasi partita osservata la possiamo ritrovare praticamente in ogni azione, ed è per questo che spetta all’allenatore creare i presupposti per una didattica corretta. Bisognerà quindi proporre inizialmente situazioni semplici di facile applicazione.
L’ uno contro uno si può verificarsi in queste tre situazioni:
1.      Uno contro il portiere
2.      Uno contro l’avversario
3.      Uno contro uno più il portiere

Consigli tecnici

Fase difensiva
  • Presa di posizione corretta: indica l’appoggio a terra dei piedi, non parallelo ma con una gamba davanti l’altra con l’orientamento del corpo semilaterale. 
  •  Temporeggiamento : il difensore dovrà rallentare la sua corsa una volta arrivato a circa un metro dalla palla e prepararsi per la difesa. 
  •  Quando è possibile è importante togliere spazio all’avversario andando ad attaccarlo il più lontano possibile dalla porta. 
  •  Corretta posizione nello spazio; la posizione del difensore dovrà essere sempre tra l’attaccante e la porta. 
  •  Corretta osservazione: il difensore dovrà osservare la palla per evitare di farsi ingannare dalle finte dell’avversario. 
  • Corretta posizione del corpo: il corpo dovrà essere in una posizione che permetta la massima reattività. 
  •  Finte corpo in avanzamento e arretramento ; queste permetteranno di rallentare l’azione dell’avversario.
   
Fase offensiva

  • Cambio di corsa e ritmo; il giocatore con la palla dovrà superare l’avversario cambiando oltre che la direzione di corsa anche il ritmo di questa. 
  •  Protezione palla: il giocatore dovrà proteggere la palla posizionando il suo corpo tra l’avversario e la palla utilizzando le braccia in aiuto. 
  • Fantasia del giocatore: risulta di vitale importanza la capacità di inventare del giocatore eseguendo finte o cambi di direzione più opportune per raggiungere il proprio scopo.


 Dopo aver elencato i principi tecnici generali dell’ uno contro uno, passiamo ad elencare le varie forme di questa situazione di gioco, che si possono così riassumere:
1.      Uno contro uno frontale
2.      Uno contro uno laterale
3.      Uno contro uno ad inseguimento

L’uno contro uno frontale

L’uno contro uno frontale(attaccante che punta frontalmente il difensore) può svolgersi in diverse tipologie.

1 a) L’attaccante punta la porta avversaria ed è in una posizione centrale del campo.
D


A
1 b) L’attaccante punta la porta e si trova in una posizione non centrale del campo ma più defilata.


D
A


  
Consigli tecnici

Fase difensiva
  •  Se la palla si trova in una zona pericolosa (palla vicina alla porta) il difensore dovrà correre verso questa e impedire il tiro o comunque la situazione del pericolo, posizionandosi tra la palla e la propria porta.
  • La posizione dei piedi se l’azione si sviluppa sulla parte destra del campo , il piede destro avanti e il sinistro dietro, se l’azione si sviluppa sulla parte di sinistra sarà l’opposto.
  •  Il non temporeggiamento porterà l’attaccante ad una facile azione di superamento

Fase offensiva
  •  La scelta dell’attaccante riguarderà la possibilità di attaccare lo spazio oppure l’avversario.
  • Dovrà a sui discrezione effettuare cambi di direzione, velocità o effettuare una finta.

L’uno contro uno laterale
Con il termine laterale vogliamo indicare un uno contro uno nel quale il difensore si trovi in una posizione laterale rispetto l’attaccante su una linea avanzata rispetto a quella del portatore palla come riportato nella figura seguente.

A D
Consigli tecnici

Fase difensiva
  • Il difensore cambierà strategia in funzione all’azione dell’attaccante dipendente quindi dal ritardo più o meno marcato della sua azione difensiva.
  • In caso di ritardo marcato il difensore non ha a disposizione molte possibilità di intervento e opterà per un intervento sulla palla perché altrimenti sarebbe superato.
  •  In caso di assenza di ritardo dovrà comportarsi come nella medesima situazione dell’uno contro uno frontale.

Fase offensiva
  • L’attaccante avrà come per l’uno contro uno frontale due possibilità ; attaccare l’avversario o attaccare lo spazio.
  • Eseguire finte e cambi di direzione.

L’uno contro uno a inseguimento

Questa situazione diventa riscontrabile facilmente in partita e risulta estremamente vantaggiosa per l’attaccante in quanto si trova in una posizione vantaggiosa rispetto al difensore.

A
D

Consigli tecnici

Fase difensiva
  • Se il difensore che insegue è supportato in una difesa frontale da un compagno, non cercare l’intervento, ma supportare il compagno posizionandosi in una zona non in linea all’ 1 vs 1 frontale ma in una seconda linea.
  • Un'altra soluzione può essere quella che una volta raggiunto l’avversario , toccare la palla per allontanarla.
  • Nel momento in cui l’attaccante rallenti la corsa, il difensore dovrà subito posizionarsi tra l’attaccante e la porta.
Fase offensiva
  •  L’attaccante non dovrà diminuire la velocità di corsa ma accelerare per non permettere il recupero al difensore.
  •  Nel caso in cui il difensore si appresta a raggiungere la palla, l’attaccante dovrà essere bravo a tagliare la strada a quest’ultimo.


 2.2.0    Il due contro uno (2 vs 1)

Lo sviluppo del 2 contro 1 risulta il passo successivo allo sviluppo dell’uno contro uno. In questa situazione di gioco avremo un vantaggio per quanto riguarda il reparto offensivo rispetto a quello difensivo. Il concetto principale basilare da trasmettere nel momento in cui si presentano azioni di gioco di superiorità numerica, deve essere sicuramente quello di arrivare alla conclusione in rete.

D
A A
Consigli tecnici

Fase difensiva
  •  Assumere una posizione che rallenti la corsa degli attaccanti, favorendo il rientro da parte dei compagni di squadra.
  •  Non attacca ne il portatore palla ne il giocatore senza palla, per evitare di facilitare l’azione degli avversari.
  •  Il difensore dovrà posizionarsi sulla linea immaginaria che unisce i due attaccanti
  •  Il difensore non dovrà essere ne troppo vicino ne troppo lontano dalla linea immaginaria
  •  Nel caso il difensore si trovi vicino all’area di rigore e abbia capito che un’azione di temporeggiamento risulterebbe inutile, l’azione da optare sarà quella di attaccare il possessore palla cercando di intercettare un possibile passaggio.

Fase offensiva
  •  Evitare passaggi orizzontali che potrebbero rallentare l’azione offensiva, ma dovranno cercare l’ampiezza.
  • 1-2 o dai e vai(avanti, indietro): il giocatore senza palla può offrire una soluzione di 1-2 al compagno con palla attraverso il movimento vicino al portatore di palla, in questo caso il portatore punterà il difensore e passerà palla al compagno vicino.
  •  Sovrapposizione: dopo la sovrapposizione da parte del giocatore senza palla sul portatore, quest’ultimo potrà decidere se servigli palla o se puntare l’avversario.
  •  Taglio: simile alla sovrapposizione , il giocatore sena palla esegue un movimento di corsa in diagonale davanti al difensore, così permettendo all’attaccante di decidere se servire palla o puntare la porta.
  •  Ricerca nel’ 1 vs 1: in questo caso il portatore palla decide di puntare il difensore dando il via ad un uno contro uno.

2.2.1    Il due contro due ( 2 vs 2)

Il due contro due è una situazione di gioco che viene definita semplice , ma che in realtà presenta aspetti assai complessi: primo tra tutti il saper collaborare sia in fase offensiva che difensiva. Nel due contro due il contatto con la palla è continuo , l’intensità di gioco è elevata così come l’attenzione e la motivazione dei quattro giocatori.


D
D
A
A
Consigli tecnici

Fase offensiva

Le tipologie di base d’azione per svolgere al meglio una situazione offensiva di due contro due possono essere:
  •  Sviluppo di un uno contro uno: il portatore palla decidere di puntare il difensore per creare eventualmente una situazione di superiorità numerica di due contro uno.
  • Sviluppo di due contro uno: possono essere riprese le stesse strategie del due contro uno precedentemente descritte( 1-2, dai e vai, sovrapposizione, taglio).